venerdì 11 marzo 2011

I'M SORRY

Immagino che ridere dopo aver saputo quello che è successo in Giappone sia fuori luogo, ma spero che Dio mi perdonerà se lo faccio lo stesso.
Ho trascorso un pomeriggio con questa pazza e mi sono divertita una cifra spropositata e allora rido, in barba alle disgrazie.
Rido perché siamo sceme come 16 anni fa, perché parliamo di cacca e di ascelle pezzate e puzzolenti e poi lei mi chiede, raffinate come siamo, com'è possibile che Kate Middleton non ci abbia invitate alle sue nozze, e a momenti restiamo a piedi perché io mi dimentico completamente del serbatoio mezzo vuoto, allora usciamo sulla superstrada per andare a Cona, ci infiliamo nel primo distributore che troviamo e c'è un figo allucinante che ci mette la benza (figo che SICURAMENTE non avrà sentito il mio "MA QUANTA ROBA SEI?!?!?!" urlato col finestrino aperto. Sicuramente. ...beh minchia, quando ci vuole ci vuole!!!).
E poi vediamo la triste Villa Magnoni con le piante morte intorno, stiamo un'ora alla Lovat a toccare TUTTI i libri e sulla via del ritorno cantiamo ogni pezzo di Origin of simmetry con dovizia di acuti, che ci fanno sembrare due gatti stirati sotto una macchina, e dopo settimane trascorse a vedere la vita più nera delle balle di un toro, mi sembra di essere rinata.

Che Dio mi perdoni se sono ancora qui che rido da sola come una cretina.
Titta...semplicemente Titta ♥

Nessun commento:

Posta un commento

Siamo in un blog libero, dì un po' quello che te pare!